image_3b

La spina calcaneare è una calcificazione della fascia plantare nella sua inserzione sul calcagno.

Dalla radiografia è visibile un becco di qualche millimetro che decorre nella faccia inferiore verso le dita. Le spine possono essere di diversa dimensione, ma non sempre la lunghezza và in proporzione al dolore; infatti spine di un paio di millimetri possono dare molto più fastidio di spine di 5 o 6 millimetri innocue.

Il dolore si manifesta su tutta la zona del calcagno, come un vero spillo che punge il piede. Si manifesta soprattutto nei primi passi della giornata o dopo esser stati seduti per qualche minuto. Colpisce maggiormente gli uomini spesso con piede cavo.

Il 20% delle spine calcaneari sono indolore, ma questo si può svegliare da un momento all’altro, dando la sintomatologia comune del forte fastidio.

Il primo rimedio è quello automatico della posizione antalgica ovvero la supinazione forzata, in modo da ridurre il carico nella zona interessata (quella mediale).

A lungo andare questa soluzione risulta dannosa dal punto di vista posturale e dall’aumento dell’infiammazione, in quanto i muscoli che sostengono la caviglia sono in continua trazione.

È buona norma applicare del ghiaccio nella zona interessata dopo l’attività fisica o al termine della giornata, evitare di camminare scalzi e utilizzare sempre calzature con 2.5/3.5 cm di tacco.

La cura meccanica tramite un plantare su misura pone la superficie del piede a pieno contatto, in modo tale da far appoggiare tutto l’arco plantare su un materiale morbido ed elastico. Nella zona dove si estende la spina, uno scarico ben delimitato eviterà di far aumentare l’infiammazione e darà la possibilità alla borsite di riassorbirsi.

Siamo presenti con i Plantari POINT in 13 comuni in Lombardia e Piemonte

Non esitare a contattarci. Clicca qui!

Approfondimenti riguardanti le patologie

  • 20150708_101330

Mal di piedi e fai da te, ma la situazione peggiora!

27 lug 2015|0 Commenti

Il mal di piedi è una patologia molto diffusa, ma spesso trascurata o non presa sul serio.

Spesso chi soffre di mal di piedi evita di rivolgersi al proprio medico o ad un esperto e quindi […]

  • pla

Piede piatto di 4° nel bambino, cosa fare in alternativa alla chirurgia? Il plantare può servire a qualcosa?

27 lug 2015|0 Commenti

Il piede piatto nel bambino si divide in gradi in base alla gravità del piattismo.

Oltre al piattismo si devono valutare anche altre caratteristiche ben precise. Il piede piatto può essere riducibile o irriducibile, sintomatico o […]

  • tenn

Periostite tibiale

16 lug 2015|0 Commenti

La periostite tibiale è un processo infiammatorio della membrana connettivale che ricopre l’osso.

La periostite tibiale è conosciuta con altri sinonimi come sindrome mediale della tibia, sindrome del muscolo soleo o sindrome del muscolo tibiale posteriore […]

  • alluce-valgo

Alluce valgo: cosa fare in alternativa all’intervento chirurgico?

16 lug 2015|0 Commenti

L’alluce valgo è la deviazione laterale della falange con il primo raggio metatarsale. Questa deviazione forma la volgare “cipolla” che tra sfregamento sulla tomaia della calzatura e il sovraccarico meccanico che riceve può dar dolore.

La […]

Studio
Passione
Rapidità
Cortesia