La sindrome dello scafoide accessorio è una patologia che può anche essere asintomatica e quindi non essere a conoscenza del a paziente.
La sindrome dello scafoide accessorio può diventare sintomatica in seguito ad un trauma distorsivo della caviglia o del piede oppure ad un paio di calzature non idonee che hanno creato troppa pressione all’altezza dello scafoide.
Spesso è associata ad una sindrome pronatoria o ad un piattismo. In età adolescenziale si evidenzia all’altezza dell scafoide una protuberanza nonché lo scafoide accessorio, un ossicino più piccolo dello scafoide ma più esposto.
Il dolore compare durante l’attività fisica o a un continuo stress del piede.
La terapia conservativa costituita dall’utilizzo di un plantare costruito su misura mira a riallineare l’asse del piede corretto in con l’obbiettivo che sia asintomatico.
Il riscontro positivo della scomparsa del dolore è dopo 10/20 giorni da quando si inizia ad utilizzare il plantare.